Protezione  del  Patrimonio

Utilizzo del “Trust” per pianificare il “passaggio generazionale”

“La vita è bella”, recita il titolo di un famoso film, ma spesso ci gioca dei brutti scherzi… e l’imprevisto arriva proprio quando meno ce lo aspettiamo.

In Italia la questione del “passaggio generazionale” è ancora considerata come un tabù, si preferisce non pensarci invece di proteggere per tempo il patrimonio esistente. Questo comporta che al dolore che accompagna la perdita di una persona cara si aggiunge un problema di natura economica: le imposte di successione.

L’Italia è il paese che, in Europa, ha la tassazione sulla successione più bassa in assoluto. La media europea è un’aliquota del 25% e nei paesi anglosassoni può raggiungere anche il 40%.

In Italia, invece, il coniuge o i parenti in linea retta (genitori e figli) dovranno calcolare un’aliquota del 4% sulla base imponibile con una franchigia di 1 milione di euro. Per fratelli o sorelle l’aliquota sale al 6% con franchigia di 100.000 euro, all’8% per altri soggetti.

Questa situazione, all’apparenza conveniente, potrebbe anche non durare a lungo…

Quanto spesso noi italiani ci lamentiamo delle tasse sul reddito? Anche in questo ci distinguiamo sulla media europea, un primato di cui certo non andiamo fieri. E l’Europa cosa sta cercando di dirci?

Il concetto è questo: italiani, abbassate le tasse sul reddito e aumentate quelle sul patrimonio.

In un futuro non troppo lontano le regole sull’imposta di successione potrebbero cambiare con un conseguente aumento della tassazione.

L’Italia è il paese europeo con il più alto patrimonio per famiglia fra immobili e investimenti ma è anche quello con il più alto tasso di debito pubblico. Se consideriamo che 6.000 miliardi di patrimonio siano oggi ripartiti in Italia tra cittadini di età compresa fra 50 e 85 anni, una tassa di successione con aliquota al 20% e una franchigia di 100.000 euro porterebbe lo stato ad incassare circa 40 miliardi l’anno e permetterebbe di abbassare la tassazione sulle imprese.

Considerando che se l’aliquota passasse al 25%, che è la media europea, in due passaggi generazionali il patrimonio sarebbe praticamente dimezzato dalle tasse…io qualche domanda su come salvaguardare i sacrifici di una vita me la farei.

A questo punto ti chiederai se esiste un modo per evitarlo.

La soluzione si chiama “Trust”: è un istituto tipico del sistema giuridico anglosassone che serve a regolare una molteplicità di rapporti giuridici di natura patrimoniale  tra cui proprio le successioni. In parole povere il “trustee” è una persona a cui si trasferisce la proprietà dei beni pur mantenendone la disponibilità. In pratica ci si spossessa dei propri beni, formalmente non li si possiede più, ma rimane la possibilità di usufruirne e di prevedere il cosiddetto “passaggio generazionale”, nonché di salvaguardarlo da eventuali “aggressioni”.

Il nostro studio si avvale della collaborazione di professionisti qualificati che sono in grado di utilizzare lo strumento del “trust” in gran parte delle sue applicazioni pratiche sia per le imprese che per i privati: saremo in grado di trovare la soluzione ideale per ogni esigenza.

E tu hai già pensato a pianificare il passaggio del tuo patrimonio alle generazioni future?

Contattaci per fissare un primo incontro gratuito.

Contattaci per un appuntamento

Ricevi GRATIS le nostre guide
Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere news, sconti, promozioni e servizi gratuiti.
Riceverai inoltre in regalo le nostre guide Gratuite che potrai leggere da qualsiasi dispositivo.